Storia

L’Istituto Tecnico Industriale Statale “Giulio Riva” di Saronno è nato nel 1959 con gli indirizzi di Elettrotecnica e Meccanica. A partire dall’anno scolastico 1965/66 è stato attivato il corso serale, dove ancora oggi le specializzazioni sono due: Elettrotecnica e Meccanica.

La prima sede provvisoria dell’Istituto era situata all’ultimo piano dell’edificio delle scuole elementari “Regina Margherita” in via S. Giuseppe. Un importante contributo finanziario elargito dalla famiglia dell’industriale saronnese Giulio Riva, a cui è intitolato l’Istituto, ha consentito la costruzione dell’attuale sede in via Carso, dove l’Itis si è trasferito nell’anno scolastico 1962/63. A partire dal 1967 l’Itis “G. Riva” ha attivato e gestito anche le sezioni staccate di Cesano Maderno e di Tradate, fino alla loro piena autonomia (Cesano Maderno nel 1972 e Tradate nel 1987).

L’Istituto ha conosciuto la sua massima espansione nell’anno scolastico 1975/76, quando gli iscritti della sola sede di Saronno, tra diurno e serale, hanno raggiunto il numero di 1641 unità. A partire dagli anni Ottanta sono state attuate varie forme di sperimentazione, entrate poi gradualmente in ordinamento. Attualmente l’Istituto presenta cinque indirizzi: Elettronica ed Elettrotecnica (con articolazione Elettrotecnica), Informatica e Telecomunicazioni (con articolazione Informatica), Meccanica, Meccatronica ed Energia (con articolazione Meccanica e Meccatronica), Meccanica, Meccatronica ed Energia (con articolazione Energia) e Chimica, Materiali e Biotecnologie (con articolazione Chimica e Materiali).

Benché sorga a Saronno, l’Itis “Giulio Riva” ha una popolazione scolastica proveniente in massima parte dal circondario, un territorio relativamente vasto che si incunea tra le province di Como, Varese, Milano e Monza-Brianza.