Alternanza Scuola Lavoro

Modulo Anagrafica Azienda 

La legge 13 luglio 2015 (“La Buona Scuola”) ha inserito organicamente i percorsi di alternanza scuola lavoro come strategia didattica per il potenziamento delle competenze di cittadinanza attiva e professionali e per l’aumento delle opportunità di lavoro e le capacità di orientamento degli studenti. Il luogo di lavoro diventa, dunque, luogo di apprendimento.

La legge 107/15 prevede per gli Istituti Tecnici un monte ore di 400 ore obbligatorie che a partire dall’anno scolastico 2015/16 coinvolge tutti gli studenti a partire da quelli che frequentano il terzo anno di studi. L’ASL diventa, quindi, parte integrante del percorso didattico di ogni studente e non più una domanda formativa individuale.

La legge 107/15 prevede la possibilità di realizzare le attività di ASL durante la sospensione delle attività didattiche e all’estero, nonché con la modalità dell’Impresa Formativa Simulata (IFS).

Inoltre le scuole hanno il compito di organizzare corsi di formazione, che fanno parte integrante delle attività di ASL, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro svolti secondo quanto disposto dal d.lgs. 81/2008.

Il nostro Istituto ha previsto di ripartire i percorsi come segue:

classe terze:

  • 20 ore di corso “salute e sicurezza nei luoghi di lavoro”
  • 80 ore nel periodo tra gennaio/marzo
  • 80 ore periodo estivo (sospensione dell’attività didattica)

classi quarte:

  • 80 ore nel periodo tra gennaio/marzo
  • 80 ore periodo estivo (sospensione dell’attività didattica)

classi quinte:

  • 40 ore

Per le ore rimanenti verranno organizzati incontri con esperti di settore e visite aziendali. I periodi posso subire delle variazioni in base alle disponibilità delle aziende; inoltre per alcuni classi si possono prevedere nel periodo dell’attività didattica i percorsi IFS.

 

Le fasi dell’ASL e i protagonisti

Fase 1: contatti /AZIENDE

  1. Le aziende vengono contattate dai responsabili dell’ASL di ogni indirizzo per verificare la disponibilità
  2. Le aziende ricevono una mail dal responsabile ASL d’indirizzo in cui sono invitate alla compilazione di MODULO PER L’ADESIONE al progetto (anagrafica azienda):  Modulo Anagrafica Azienda 
  3. Il CdC individua i tutor scolastici che hanno il compito di seguire gli studenti durante l’attività di ASL
  4. La scuola (responsabile ASL d’indirizzo) effettua l’abbinamento azienda/studente con la proposta del progetto formativo

Fase 2: adesione /FAMIGLIE/STUDENTI

  1. Lo studente riceve dal responsabile ASL d’indirizzo il modulo di adesione al progetto che viene controfirmato della famiglia e dallo studente.

Fase 3: stage/AZIENDE/STUDENTI

  1. La scuola (responsabile ASL d’indirizzo ) alcuni giorni prima dell’inizio dello stage comunica i nominativi degli studenti alle aziende
  2. Lo studente si reca in azienda per il periodo stabilito e secondo l’orario di lavoro concordato, portando i seguenti documenti che l’azienda provvederà a duplicare e firmare:

    CONVENZIONE SCUOLA/AZIENDA (da firmare: scuola e azienda)

    PROGETTO FORMATIVO (da firmare: scuola azienda; studente; genitori)

    ADESIONE PROGETTO (da firmare: studente, famiglia)

  3. Lo studente firma il “foglio presenze” attestando la presenza giornaliera. Le assenze: lo studente che si assenta durante l’ASL effettuata nel periodo didattico , dovrà giustificare al rientro a scuola. Mentre per l’attività svolta durante il periodo estivo farà fede il registro delle presenze. In ogni caso lo studente provvederà tempestivamente ad avvisare la scuola (tutor scolastico) e l’azienda (tutor aziendale). Bisogna ricordare che il percorso (obbligatorio) ha validità se lo studente ha frequentato almeno i tre quarti del monte ore del progetto (vd. “Carta dei diritti e dei doveri degli studenti in alternanza scuola-lavoro” di cui all’art. 4 della legge 28 marzo, n.53 e decreto legislativo 15 aprile 2005 n.77)

Fase 4: rientro a scuola/TUTOR AZIENDALI/STUDENTI

  1. Al termine di ogni periodo di alternanza il tutor aziendale che ha seguito lo studente compila una SCHEDA DI VALUTAZIONE per ogni studente seguito, in modo da evidenziare i livelli raggiunti per le prestazioni effettuate

  2. Lo studente compila un questionario on line per la valutazione dell’esperienza
  3. Lo studente compila un questionario on line di autovalutazione delle prestazioni
  4. Lo studente elabora una relazione sull’attività svolta (in italiano ed in inglese)
  5. La scuola certifica i livelli di competenza raggiunti e le ore effettuate.  

 

Referenti

Referente attività di Alternanza Scuola Lavoro Prof. Salvatore Messina: alternanza@itisriva.edu.it

Responsabile area elettrotecnica Prof. Michele De Luca: alternanza.elettrotecnica@itisriva.edu.it

Responsabile area chimica Prof. Rocco Santoro: alternanza.chimica@itisriva.edu.it

Responsabile area informatica Prof.ssa C. Marina Maccarrone: alternanza.informatica@itisriva.edu.it

Responsabile area meccanica Prof. Salvatore Messina: alternanza.meccanica@itisriva.edu.it

Responsabile area energia Prof. Salvatore Messina: alternanza.energia@itisriva.edu.it

MODULISTICA

Facsimile convenzione Clicca qui

Facsimile patto formativo Clicca qui

Modulo cartaceo anagrafica Azienda Clicca qui

Per segnalare la modifica dell'anagrafica azienda segnalare a una delle seguenti email:

 

Schede valutazioni studenti tutor aziendali

 

Area docenti per Modulistica